DEFAST E I SUOI PROGRAMMI PER IL TOUR DE SKI

0
35
27.12.2021, Lenzerheide, Switzerland (SUI): Francesco De Fabiani (ITA) - FIS world cup cross-country, tour de ski, training, Lenzerheide (SUI). www.nordicfocus.com. © Modica/NordicFocus. Every downloaded picture is fee-liable.

De Fabiani pronto la Gara a tappe invernale che si concluderà con la salita sul Cermis in Val di Fiemme. Obiettivi del campione: la classifica e la 15 Km di Lago di Tesero, passando da Oberstdorf.

Al via dal 28 dicembre il Tour de Ski 2021/22, con una Sprint in skating, seguita il giorno successivo dalla 15 Km in classico. L’ultimo dell’anno si tornerà alla tecnica libera con una tappa a Oberstdorf in Germania per una 15 Km, per poi iniziare il nuovo anno con una Sprint in classico. Gran finale in Val di Fiemme con la 15 Km in classico mass start, prima della temibile scalata sul Cermis.

Prenderà parte alla spettacolare competizione anche Francesco De Fabiani, alpino del CSE, reduce da un periodo di rifinitura, – che è stata ottimale – ammette Francesco – poiché arrivo in condizione al Tour de Ski e soprattutto sto bene. Non è arrivato l’acuto, ma se guardo a Dresda, nella Team Sprint, siamo stati la terza nazione, e su quel tracciato non era scontato.

La programmazione delle gare strizza l’occhio a Defast: Ci sono diverse Sprint, ma anche tante occasioni ghiotte per me, parlo delle 2 distance con partenze in linea, la prima a Oberstdorf, che amo parecchio e nella quale in passato ho ottenuto buoni risultati, e poi lo sapete, c’è da migliorare non uno ma ben due secondi posti in Val di Fiemme nella 15 km.

La frase migliorare un secondo posto non lascia di certo molto spazio all’immaginazione, esiste una sola opzione: Eh, lo so – aggiunge De Fabiani dopo un secondo posto alle spalle di Klæbo e uno alle spalle di Bolshunov, ho il diritto di sognare, almeno quello non costa nulla. E a proposito di sogni, mi piacerebbe fare sognare quel meraviglioso pubblico della Val di Fiemme. Sarebbe bellissimo riuscire a vincere in Italia in quella che è la mia gara preferita. Non sarà facile, ma è per quello che mi sono preparato tutto l’anno!.

Quest’anno al Tour de Ski parteciperanno quasi tutti i migliori, ad eccezione di Holund e Ustiugov (già proiettati verso i Giochi Olimpici di Pechino), ma non mancheranno altri grandi nomi del fondo: Klæbo, vista la sua attitudine alle Sprint è il mio grande favorito – confessa Francesco ma mi aspetto grandi cose da Bolshunov e anche da Niskanen.

L’impresa a tappe non escluderà enormi sforzi e l’obiettivo che l’italiano si prefissa non passa sicuramente inosservato: Dovrò cercare di partire subito bene, sbagliare il meno possibile nelle Sprint e poi per il gran finale sul Cermis sarei già contento di guadagnare qualche posizione invece che perderne come negli ultimi anni – conclude De Fabiani e se proprio mi devo sbilanciare, dico che una Top 5 finale, seppure molto ambiziosa come aspettativa, è quasi raggiungibile: sarei felicissimo!