LA ROUTE 66 ELVETICA: 1600 KM PER VIVERE L’ESTATE IN SVIZZERA

0
32

Schermata 2015-05-14 alle 15.51.15Il meglio della Svizzera in 1600 km? Con la nuova “Route 66” si può.  Il Grand Tour of Switzerland permette di conoscere la confederazione elvetica combinando tappe ed esperienze a proprio piacimento: l’itinerario si snoda su strade cariche di fascino attraverso 44 attrazioni, 22 laghi, 11 siti Unesco, 5 passi alpini che superano i 2000 m, 2 biosfere e moltissime sorprendenti escursioni. Combina città e villaggi, luoghi di interesse culturale e bellezze naturalistiche. Tre percorsi introduttivi partono dalle località frontaliere di Basilea, Ginevra e Chiasso. Non sono solo dei punti di accesso ma già degli itinerari per conoscere alcune località di richiamo: Mendrisio e il Monte San Giorgio, patrimonio Unesco per i giacimenti fossiliferi; Ginevra, con il suo lungolago e le sue boutique; Basilea, capitale culturale della Svizzera con i suoi 40 musei e i suoi edifici all’avanguardia. Il Grand Tour prosegue poi in senso orario nelle 4 regioni linguistiche ma chi lo percorre può personalizzare l’itinerario in base ai suoi interessi e al tempo a disposizione. Il Grand Tour si sviluppa prevalentemente su strade secondarie. L’autostrada è prevista solo in alcuni tratti. La Tremola, antica strada di valico del Passo del San Gottardo, è uno dei capolavori viari del XIX secolo. Si inerpica fino 2109 metri girando su se stessa. Ancora oggi è lastricata ENGADIN St. Moritz: Standseilbahn Chantarella - Corvigliacon ciottoli in granito sul versante ticinese. Ugualmente spettacolare è guidare lungo il Passo della Furka – che collega il Canton Uri al Vallese – da cui si gode una magnifica vista sul ghiacciaio del Rodano. Da Thusis a Spluga, lungo la cantonale, si passa per la Viamala con le sue gole plasmate dal Reno. Un altro percorso da sogno è quello che costeggia il Lago di Lucerna da Greppen a Gersau passando per i villaggi di Weggis e Vitznau, ai piedi del Monte Rigi.
Per identificare facilmente il percorso, verrà predisposta entro la fine del 2016 la segnaletica – si tratta di segnavia turistica color marrone – su tutto il territorio nazionale. È stata realizzata un carta stradale del Grand Tour, in collaborazione con Hallwag, e verrà pubblicata a giugno 2015 l’edizione italiana della guida Routard.
Informazioni sul sito: Svizzera.it/grandtour