MASS START NOVE MESTO: WIERER ANCORA A PODIO

0
24

wierer-dorothea-podio-nove-mesto-18-12-2016Una prova di maturità consente a Dorothea Wierer di conquistare il secondo podio in due giorni nella mass start di Coppa del mondo che ha chiuso la tre giorni di competizioni sulla pista ceca di Nove Mesto. La ventiseienne finanziera altoatesina, seconda nella sprint di sabato, si è piazzata al terzo posto nella mass start domenicale, aggiornando a quota 17 podi il proprio ruolino individuale. Curiosamente solo uno di questi era arrivato nel format in questione e risale al successo di Canmore nella passata stagione. Stavolta a precederla è stata l’idola di casa Gabriela Koukalova, che ha entusiasmato il numeroso pubblico di casa, arrivando a braccia alzate sul traguardo davanti ad un’arrembante Laura Dahlmeier, capace di un’accelerazione nel giro conclusivo che le ha consentito di superare a 500 metri dalla fine proprio Wierer e arrivare a pochi metri dalla vincitrice.

Dorothea ha commesso invece il suo unico errore di giornata proprio nella serie a terra d’apertura dopo un’altra caduta nelle battute iniziali che le ha fatto perdere tempo prezioso, poi ha cominciato una lenta ma continua risalita grazie alla quale è arrivata a giocarsi il successo nel giro conclusivo, quando è uscita dal poligono attaccata alla Koukalova. Il ritorno della Dahlmeier ma soprattutto il recupero dell’altra tedesca Vanessa Hinz le ha consigliato di controllare la situazione per portare a casa un risultato che le consente di recuperare altri preziosi punti in classifica generale, dove occupa il sesto posto con 260 punti contro i 410 della Dahlmeier e i 312 di Kaisa Makarainen. Ventiquattresimo posto per Federica Sanfilippo, l’altra azzurra che si era qualificata per la gara.

Il fine settimana di Coppa rilancia le ambizioni di Dorothea Wierer, convincente come non mai in questa stagione in termini di costanza di risultati con un settimo posto nella sprint, un secondo nella pursuit e un terzo nella mass start. Punti pesanti che la rilanciano nella classifica generale ma soprattutto indicano una crescita di condizione poromettente in vista degli appuntamenti centrali della stagione. “Sono partita abbastanza bene – racconta l’altoatesina delle Fiamme Gialle – poi sono caduta nel secondo giro quando sono stata toccata da una francese, ho perduto ritmo e mi sono ritrovata in decima posizione. Ho provato a recuperare terreno ma sono stata costretta forzatamente ad alzare il ritmo, così sono arrivata al poligono dove ho commesso un errore. Però sono rimasta concentrata, ho pensato a non commettere più errori al tiro e ci sono riuscita. Questi risultati fanno bene alla testa, sento che la condizione giusta sta per arrivare. Adesso pensiamo a recuperare bene le energie durante la pausa natalizia per arrivare ai mesi di gennaio e febbraio al massimo della forma”.

In campo maschile settimo sigillo stagionale su otto gare per Martin Fourcade, che ha preceduto sul traguardo in 36’18″9 il tedesco simon Schempp di 8″3 e il russo Anton Babikov di 9″4, sedicesimo Dominik Windisch (unico italiano presente) con tre errori nelle serie in piedi. In classifica il francese appare già irraggiungibile con 468 contro i 310 di Shipulin e i 308 di Boe.

 

Ordine d’arrivo mass start femminile Nove Mesto (Cze):
1. Gabriela Koukalova (Cze) 1 34’42″1
2. Laura Dahlmeier (Ger) 2 +3″1
3. Dorothea Wierer (Ita) 1 +9″7
4. Vanessa Hinz (Ger) 1 +15″5
5. Marte Olsbu (Nor) 2 +21″6
6. Franziska Preuss (Ger) 2 +26″8
7. Marie Dorin Habert (Fra) 2 +33″2
8. Kaisa Makarainen (Fin) 3 +39″9
9. Lisa Hauser (Aut) 2 +43″1
10. Tatiana Ankimova (Rus) 2 +48″1
25. Federica Sanfilippo (Ita) 4 +2’30″7

 

Ordine d’arrivo mass start maschile Nove Mesto (Cze):
1. Martin Fourcade (Fra) 1 36’18″9
2. Simon schempp (Ger) 2 +8″3
3. Anton Babikov (Rus) 1 +9″4
4. Ondrej Moravec (Cze) 2 +9″7
5. Dmytro Pidruchnyi (Ucr) 1 +10″2
6. Matvey Eliseev (Rus) 2 +11″0
7. Ole Einar Bjoerndalen (Nor) 2 +11″3
8. Quentin Fillon Maillet (Fra) 2 +13″7
9. Johannes Boe (Nor) 3 +19″8
10. Simon Desthieux (Fra) 3 +28″8
16. Dominik Windisch (Ita) 3 +56″5