OLSSON SENZA RIVALI: SUO IL TITOLO MONDIALE DELLA 15 KM A FALUN

0
30

Johan Olsson: il titolo mondiale della 15 km è suo
Johan Olsson: il titolo mondiale della 15 km è suo

La festa svedese ai Mondiali di Falun continua: il re della 15 km a tecnica libera è Johan Olsson. Il 34enne originario di Vaesteraas non aveva alcun riferimento (è partito con il pettorale n° 17), ma quando si è in giornata di grazia e ai piedi si hanno sci pressoché perfetti, le lepri non sono necessarie. Così, in 35’01″6, l’iridato della 50 km in Val di Fiemme, conquista l’oro mondiale davanti al suo pubblico stravolgendo i pronostici; l’argento va al collo di uno straordinario Maurice Manificat, staccato di 17″8, mentre il bronzo è di Anders Gloeersen che tiene sul podio la Norvegia chiudendo a 19″2 dal vincitore.

È tutto così surreale – ha detto Olsson dopo la gara – tutto è andato alla grande sin dall’inizio e gli sci erano davvero perfetti. Per tutto il percorso, ma in particolare lungo la scalata del Mördarbacken, il pubblico è stato straordinario, è riuscito quasi ad annullare la fatica che stavo facendo. Ho preparato al massimo questo appuntamento, trascurando la Coppa del Mondo: penso che nessuno si sia concentrato sui Mondiali quanto me”, conclude il fresco campione del Mondo.

Maurice Manificat raggiante per l'argento (NordicFocus)
Maurice Manificat raggiante per l’argento (NordicFocus)

“L’obiettivo di oggi era la medaglia – dice il francese Magnificat – il secondo giro è stato piuttosto difficile e ho dato tutto quello che avevo. Sono veramente soddisfatto dell’argento, per me stesso e per tutta la squadra francese, e ammetto che è stato molto divertente correre davanti a tutti questi spettatori svedesi”.

“Sono davvero felice, ho lavorato un anno intero per ottenere questo risultato – spiega Gloeersen – All’ultimo giro, la mia squadra mi incitava urlando, dicevano che ero in zona medaglia: sul finale però non sono andato così veloce e sono un po’ deluso per l’argento mancato, ma alla fine devo essere soddisfatto della mia prestazione e della medaglia”.

Indietro gli azzurri: Roland Clara termina al 27° posto a 2’15″5 dal vincitore mentre David Hofer è 43° a 3’13″6. “Ho poco da dire – dice con rammarico Hofer – mi sentivo bene rispetto agli altri giorni, ma ho faticato in pista: in salita andavo forte ma in discesa perdevo regolarmente. È andata così, le gare sono anche questo”. “Sono molto deluso – dice invece Clara – ci tenevo tanto a questa gara perché sapevo di essere in forma. Sono partito bene ma dopo 2 km non avevo più sci. In queste condizioni bisogna avere anche fortuna, oggi non ne abbiamo avuta… guardate ad esempio cosa è successo a Northug. Ai Mondiali non riesco proprio a rompere la tradizione negativa, ma ora guardiamo alla staffetta”.

Finisce lontano dalla zona medaglie anche Dario Cologna, che godeva dei favori dei pronostici alla vigilia ma non va oltre il 18° posto, mentre sprofonda il campione del mondo del 2013 Petter Northug, al traguardo per onor di firma in 62a posizione.

 

 

Classifica 15 km tecnica libera uomini

1 OLSSON Johan 1980 SWE 35:01.6

2 MANIFICAT Maurice 1986 FRA 35:19.4

3 GLOEERSEN Anders 1986 NOR 35:20.8

4 HELLNER Marcus 1985 SWE 35:41.4

5 KROGH Finn Haagen 1990 NOR 35:49.2

6 TRITSCHER Bernhard 1988 AUT 35:55.0

7 BAUER Lukas 1977 CZE 35:56.3

8 JESPERSEN Chris A. 1983 NOR 35:58.8

9 ROETHE Sjur 1988 NOR 36:02.8

10 BELOV Evgeniy 1990 RUS 36:06.3

18 COLOGNA Dario 1986 SUI 36:38.2

27 CLARA Roland 1982 ITA 37:17.1

43 HOFER David 1983 ITA 38:15.2

62 NORTHUG Petter Jr. 1986 NOR 39:45.7