TRICOLORI ALLE VIOTE: E’ L’ORA X

0
21

image_galleryNon ci sono solo in palio gli ultimi titoli italiani assoluti e giovanili della stagione dello sci di fondo oggi e domenica alle Viote del Monte Bondone, nella due giorni organizzata dallo Sci Club Marzola in collaborazione con l’APT Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi, ma pure tante sfide significative e speciali motivi di interesse.

A partire dall’importante anniversario della società organizzatrice, che per il suo cinquantesimo compleanno si è vista assegnare dalla Fisi la prestigiosa rassegna tricolore;  ed ancora la presenza del fresco vincitore della Coppa del Mondo sprint Federico Pellegrino che cercherà di contribuire alla conquista del titolo in staffetta delle sue Fiamme Oro; quindi l’intramontabile campione Giorgio Di Centa che dieci anni dopo la magnifica medaglia d’oro alle Olimpiadi di Torino cercherà in tutte le maniere di mettere in saccoccia un’altra vittoria nella gara più lunga, quella che più ama. Particolare curiosità anche nei confronti della prestazione del combinatista Alessandro Pittin, frazionista jolly delle Fiamme Gialle per la caccia alla medaglia. E, dulcis in fundo, non mancheranno i momenti celebrativi e malinconici, come quello dell’addio al professionismo del fondista Luca Orlandi, cresciuto proprio sulle piste delle Viote con i colori dello Sci club Marzola, per poi approdare ai palcoscenici di Coppa Europa e di Coppa del Mondo con le Fiamme Oro, e chiudere con lo sci che conta proprio nell’ultima gara stagionale sul suo Monte Bondone. Fra l’altro non sarà l’unico atleta  a concludere la carriera, visto che la stessa decisione l’ha presa pure il veneto Fulvio Scola.

Molteplici dunque gli spunti per essere in prima fila sabato e domenica sulle piste delle Viote del Bondone, senza dimenticare tutti gli altri fondisti che saranno in gara nelle due giornate, per un totale di 320 atleti in rappresentanza di 91 sci club di tutta Italia. Fra i big più attesi ci saranno Debora Agreiter, Ilaria Debertolis, Gaia Vuerich, Giulia Stuerz, Giandomenico Salvadori, Dietmar Noeckler, Mattia e Sebastiano Pellegrin, Rolanda Clara.
Si inizia dunque sabato 19 marzo con la staffetta maschile 4×7,5 km (doppia frazione in tecnica classica e ultime due frazioni in skating), quindi quella femminile prevede tre frazioni da 5 km ciascuna (una in tecnica classica e due in tecnica libera). Prime a partire, alle ore 9, le gentil donzelle.
In gara ci saranno pure le promesse della categoria Giovani, che concorreranno anch’esse alla conquista del titolo tricolore, con staffette al sabato sulla medesima distanza della categoria senior e gare mass start in skating la domenica: Aspiranti e Allievi del secondo anno si misureranno sulla distanza di 10 km per le categorie maschili e 7,5 km per quelle femminili, mentre gli junior maschili dovranno coprire 30 km, con distanza dimezzata (15 km) per le junior donne.

Domenica teatro di gara sarà la pista Cercenari, con la 50 km maschile che si svilupperà su un primo giro da 5 km seguito da sei tornate di un tracciato da 7,5 km, mentre la 30 km femminile si svilupperà su quattro giri del percorso da 7,5 km. La 15 km e la 10 km previste per la categoria Giovani andranno in scena rispettivamente sul tracciato di 7,5 km e 5 km, da affrontare due volte.

La manifestazione avrà validità anche il 41° Trofeo Amici della Montagna, che sarà assegnato al Comitato Regionale che avrà totalizzato il maggior punteggio. L’inizio delle gare, sia per la giornata di sabato 19 marzo che per domenica 20 marzo, è previsto per le 9.00, con premiazioni sul campo di gara al termine delle competizioni. L’attesa 50 km maschile partirà attorno alle 11 di domenica.